Le rondini di Kabul

Le rondini di Kabul di Yasmina Khadra.

E poi, ovunque, sulla piazza, sulle carreggiate, in mezzo alle vetture e intorno alle bettole, centinaia di mocciosi dalle narici verdastre e lo sguardo tagliente, abbandonati a se stessi, che si reggono a malapena sulle gambe e sono già inquietanti, intrecciano in silenzio la corda di canapa con la quale, un bel giorno, impiccheranno senza indugio l’ultima salvezza della nazione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: