25 aprile – L’antidoto

Gabriele Polo su Il manifesto.

Cominciò con un comizio in una piazza di Cuneo, l’indomani della morte dello stato. Finì con un ordine insurrezionale e una gioia liberatoria. In mezzo, quasi due anni di scelte difficili, di guerra che fu anche civile; ma guardando al futuro, con una minoranza di ribelli che – pur senza diventare maggioranza – cresceva di numero e diventava rappresentativa. Fu, al contempo, una fine e un inizio: la fine della paura inerme e l’inizio di una costruzione comune. Non unanime, piena di culture diverse e tra loro persino distanti, ma vissute insieme; e perciò fu democratica. La chiamarono Resistenza, ma era tutt’altro che chiusa in difesa di qualcosa (se non della propria vita): era un’invasione di campo, un investimento sul domani, il protagonismo fiducioso dell’agire collettivo e pubblico. Non presidiava casematte sempre più isolate, né si aggrappava solo a simboli o slogan, ma costruiva giorno per giorno il futuro che sarebbe poi diventato la politica. Fu aspra e piena di lutti, persino di rabbia ma non di rancore; guardava lontano, partendo dalle miserie del presente ma senza farsene intrappolare. Fu l’opposto di ciò che ci sembra di vivere oggi. Per questo ci appartiene e ci parla. Non celebriamolo questo 25 aprile, riavviamo il suo spirito, perché la memoria – già devastata da anni di stupide eguaglianze tra i partigiani e i ragazzi di Salò – non si riduca a un ricordo incomunicante col mondo di oggi. Sottraiamolo a quelli che ne vogliono riscrivere la storia e a coloro che se ne vogliono appropriare solo per confermare un presente d’ingiustizie. Pensiamo a questo giorno come nuovo inizio di un’alterità comune. L’antifascismo – oggi come allora – non è una statica icona del passato, ma l’antidoto contro il rifugio nelle odierne rancorose paure. Per questo oggi è festa.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: