Asmat – Uccidere per essere

Asmat – Uccidere per essere di Paolo Grossi.

Appena venti-trenta anni fa la parola Asmat riempiva di terrore le tribù della Nuova Guinea sud-occidentale, di orrore i pochi gruppi europei presenti nella zona. Una fatalità assurda pareva pesare sui villaggi sparsi tra le paludi della costa e le foreste dell’interno. Ogni Asmat di sesso maschile porta in sè, dalla nascita, il germe di un futuro omicidio. Quando, giovinetto, si troverà a passare la soglia dell’iniziazione all’età adulta, un uomo di un altra tribù nel pieno della maturità dovrà essere ucciso. La sua testa è necessaria per trasmettere all’iniziando la “forza vitale” che lo renderà uomo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: