Asce di guerra

Asce di guerra di Vitaliano Ravagli e Wu Ming.

Ero rimasto in bilico sull’abisso e là sotto avevo visto l’inferno.
Allora mi ero accorto che anche per me la vita umana non aveva più valore. E questo andava contro ogni principio per cui mi ero battuto. Ero un comunista, potevo uccidere i nemici, non essere come loro. Questa consapevolezza mi aveva spaventato a morte.
Ero un comunista. Non un assassino.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: