Le stanze di Mogador

Le stanze di Mogador di Gian Luca Favetto.

Viaggiare è rimanere lontani anche un po’ da sè stessi, dai luoghi comuni. Non essere più, almeno per un periodo, la persona che eri prima di partire. Poi sì, l’ingranaggio delle abitudini, i meccanismi sociali ed emotivi, le amicizie, i paesaggi ti riprendono, ti rifanno dei loro. Ma intanto sei rimasto straniero abbastanza per conservare uno sguardo pulito, sorpreso.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: