Le mani su Parigi

Le mani su Parigidi Dominique Manotti.La porta si apre, Bornand si volta. Appena il tempo di dirsi: un elegantissimo tailleur-pantalone, blu scuro a righe bianche, senza dubbio Saint Laurent, sta benissimo anche alle donne un po’ in carne. Lei imbraccia un fucile da caccia, calibro 12, canne sovrapposte, cartucce a pallettoni attaccate con un filo di tungsteno, spara due volte, un colpo dopo l’altro, all’altezza del petto, l’uomo è quasi troncato in due, la morte è istantanea. Lei contempla la pozza di sangue che si allarga sulla scacchiera bianca e nera.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: