Gran Festival Internazionale della Zuppa 2012

010203040506
070809101112
131415161718
192021222324

“La zuppa forse è il cibo cotto più diffuso al mondo, perché si pùo fare con poco, ma non senza cura. Senza arte, senza sentimento non viene una zuppa buona, anche se ci sono buoni ingredienti. La sòppa chèlda era un simbolo di sicurezza e protezione, che non riguardava solo la pancia da riempire, ma il bisogno di attenzione e di difesa della solitudine. Per le donne, per i bambini, per i vecchi del mondo operaio, la vita è stata per lungo tempo la ricerca di queste garanzie, che erano dentro la zuppa calda e i suoi sapori”.
Tratto da “La Casalunga di Corticella” di Francesca Ciampi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: