Funerale della Saracca 2013

010203040506
070809101112
131415161718
192021222324

Funerale della Saracca 2013, a set on Flickr.

Le prime tracce di una “Festa della Sardina” si possono trovare nella penisola iberica ai primi del ‘500, come testimonia il quadro di Francisco Goya del 1514.
La saracca, (salacca in italiano), è come la sardina e l’aringa, un pesce della famiglia dei clupeidi che viene conservata col principio della salagione. Fra il 14º e 15º secolo si diffuse rapidamente in tutta Europa per la facilità di conservazione, per diventare quindi uno dei cibi più comuni e a buon mercato.
Proprio queste caratteristiche hanno fatto sì che fosse identificato come “cibo dei poveri”, e di conseguenza il suo funerale significasse la fine del periodo più critico per i ceti più disagiati.
Una comunità prettamente contadina come quella di Oliveto ha quindi ripreso questa tradizione per non dimenticare le proprie origini e tramandare alle nuove generazioni il ricordo di quei periodi così difficili…
Probabilmente la trasmissione di questo rito nella nostra penisola risale al 18° secolo, mentre il Funerale della Saracca come viene rappresentato ora ad Oliveto ha le sue radici a cavallo della grande guerra.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: